servizi

3D Energy è composta da un team di esperti, che operano da anni nel campo delle energie rinnovabili ed efficienza energetica, e coprono tutta la filiera di ogni progetto, dalla sua ideazione alla realizzazione ai servizi post vendita.

I nostri servizi (sia in ambito fotovoltaico che in ambito di efficienza energetica):
  • Sopralluoghi
  • Identificazione degli interventi
  • Diagnosi energetiche
  • Certificazioni energetiche
  • Preventivazione
  • Progettazione
  • Fornitura e produzione di moduli fotovoltaici
  • Strutture di supporto
  • Finanziamento dei progetti
  • Installazione e realizzazione
  • Gestione e manutenzione degli impianti
  • Monitoraggio e verifica dei risultati

Il REVAMPING: rigenera il tuo impianto fotovoltaico con Doors Sistem S.r.l.

Cos’è il revamping…è la rigenerazione dei componenti dei un impianto fotovoltaico installato dal I° Conto Energia al V° Conto Energia, rendendo propri i sistemi più efficienti. Intervenendo in revamping sull’impianto fotovoltaico esistente, si permette di estenderne la vita utile, aumentarne la produttività, superare i limiti progettuali e tecnologici propri del passato e migliorarne la sicurezza, integrando con nuove soluzioni innovative l’efficienza del proprio impianto.

Si stima che circa 8 MW su 17 GW di impianti installati in Italia saranno soggetti ad interventi di manutenzione, di cui circa 250.000 installati (solamente nel 2010) sono già privi di garanzia. Infatti, molti operatori e produttori ad oggi non più presenti nel mercato italiano o che hanno cessato l’attività non trattando più le energie rinnovabili, costituiscono per il titolare d’impianto una carenza di componentistica di ricambio e assistenza che potrebbe causare mancati ritorni economici di investimento, danni d’immagine e problemi legati alla sicurezza d’uso. Questa problematica può affliggere qualsiasi tipo di impianto, residenziale o industriale/commerciale o su realtà agricole, installato in copertura o a terra.

Per citare alcuni dati, lo stesso GSE ha rilevato che circa il 30% di questi impianti, incentivati in Conto Energia, non sono ottimizzati pertanto, sono poco performanti ed efficienti, in un articolo apparso ne “Il Sole 24 Ore” nel 2015, si stimava che circa il 23% dei moduli fotovoltaici prodotti tra il 2010 e il 2011 presenta difetti di funzionamento e sicurezza (soprattutto alcune tipologie di moduli di provenienza asiatica ed a basso costo) e la stessa Cina aveva diramato comunicazioni secondo cui il 25% dei moduli prodotti in quegli anni possono presentare problemi di funzionamento.

Per ovviare ed affrontare questa situazione, trattandosi di impianti come detto incentivati dal Conto Energia, il GSE in data 21-02-2017, in attuazione delle previsioni dell’art. 30 del D.M. 23-06-2016, ha emanato un Documento Tecnico di Riferimento (Nuovo DTR) che stabilisce le regole di riferimento per la gestione degli interventi di manutenzione e ammodernamento su impianti fotovoltaici incentivati, appunto in revamping.

Sintetizzando brevemente la disciplina di cui al Nuovo DTR, al p.to 2 “Revamping e Repowering: interventi permessi e interventi vietati”, il GSE ha definito la corretta prassi per gli interventi citati: a titolo semplificativo e non esaustivo, “è consentita la sostituzione dei componenti principali (moduli e inverter) e secondari (tutti gli altri) con componenti tecnologicamente più avanzati, fermo restando che i moduli fotovoltaici in sostituzione devono essere nuovi oppure (novità rispetto alla disciplina previgente che non lo consentiva) rigenerati e conformi ai requisiti previsti dal Quinto Conto Energia. Gli inverter devono rispettare le norme di settore e quanto previsto dalle delibere dell’Autorità per l’Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico (AEEG)”, “è consentito l’utilizzo di scorte di magazzino ai fini di interventi di sostituzione, ma queste devono almeno rispettare i requisiti di cui al Conto Energia di riferimento dell’impianto. Per consentire interventi di ripristino immediato di impianti che hanno subìto guasti estesi o incendi, è possibile installare, per una durata non superiore a sei mesi, componenti d’impianto di riserva (c.d. muletti), a condizione che tali componenti di riserva abbiano gli stessi requisiti dei componenti che vanno a sostituire temporaneamente e non comportino incrementi della potenza nominale degli impianti. In caso di utilizzo di scorte, il Soggetto Responsabile deve dimostrare documentalmente la data di approvvigionamento; se l’acquisto o la detenzione delle scorte è in capo a un soggetto terzo (EPC, asset manager) il Soggetto Responsabile deve comprovare – anche attraverso il contratto di O&M - che la scorta è relativa a quello specifico impianto”.

Doors Sistem S.r.l. può operare interventi di revamping in quanto è produttore da oltre 10 anni dei propri moduli fotovoltaici di alta qualità, certificati e conformi alla norma EN 61215:2005, IEC 61215:2005, EN 61730-1:2007, EN 61730-2:2007. L’azienda inoltre è certificata alla norma ISO 9001:2008 (Qualità), ISO 14001:2004 (Ambiente) e BS OHSAS 18001:2007 (Sicurezza) nonché per la propria produzione, dispone del Certificato di Factory Inspection, come richiesto dal Quinto Conto Energia.