3D info e promo

17-09-2013 - Rinnovabili al 30 per cento su base annua
Negli ultimi 12 mesi il fotovoltaico ha coperto il 6,6 per cento della domanda elettrica nazionale.
Complice anche il calo del fabbisogno mensile di elettricità ad agosto in Italia, sceso dai 29.878 gigawattora di luglio a quota 25.471, gli impianti fotovoltaici in esercizio nella penisola hanno soddisfatto il 10,75 per cento del fabbisogno nazionale. Un valore percentuale da primato, nonostante in termini assoluti, la produzione sia scesa da 2.957 gigawattora di luglio ai 2.738 ad agosto. Lo rivelano i dati del «Bilancio elettrico» pubblicati mensilmente dall'operatore della rete elettrica nazionale Terna S.p.A. Sale anche il contributo annuale del fotovoltaico al fabbisogno nazionale: da fine luglio 2012 a fine agosto 2013 è pari al 6,66 per cento (in crescita di un ulteriore punto decimale rispetto a fine luglio), con 21mila 285 gigawattora prodotti su 319mila 720 consumati. Su base annua, il contributo delle «nuove rinnovabili» (fotovoltaico, eolico e geotermoelettrico) ha raggiunto il 13,14 per cento e, includendo l'idroelettrico, il 29,52 per cento, mentre continua il calo del termoelettrico, sceso al 57,70 per cento.